Categoria: Under 8

IronHill Seven&Beach

Sabato da ricordare per i ragazzi degli IRONHILL, la versione estiva del Colleferro Rugby più qualche vecchia conoscenza e qualche nuovo amico, portando avanti così la politica di inclusione che contraddistingue la mentalità rossonera. Due le compagini impegnate questo weekend appena trascorso, la prima alla Tappa del Campionato Naz. Beach Rugby tenutasi a Nettuno e la seconda al Seven #pensace dedicata al vecchio amico Riccardo Mitch Ciotti, tenutasi agli impianti della Rugby Roma Olimpic 1930.Ottima la prova di tutti i ragazzi in campo, che rimediano un quinto posto a Nettuno, tappa di primissimo livello, ed un ottimo primo posto a Roma. Dopo i tornei tutti i ragazzi si sono dati appuntamento al terzo tempo a Roma dove hanno festeggiato ed onorato il terzo tempo. Per quanti vogliano sostenere gli IronHill, appuntamento a Bracciano Sabato 22 Giugno alle ore 14:00.

ULTIMA DI STAGIONE

Ultima di stagione per il minirugby . Appuntamento alle 7.50 presso il campo M. Natali;destinazione Appia Rugby. Per arrivare al campo,ci immergiamo nello splendido parco dell’ Appia Antica,un museo all’ aperto. Avvicinandosi sempre più alla meta ,i nostri sensi venivano sopraffatti :la vista ammaliata dalle splendide rovine romane,l’ olfatto dal profumo degli arbusti ,l’udito dal fruscio del vento che ci accarezza il volto e infine … sentire sotto i piedi quei lastroni di pietra  riecheggiava la gloriosa storia romana. L’Appia,infatti, considerata dai Romani la regina viarum (regina delle strade), è universalmente ritenuta, in considerazione dell’epoca in cui fu realizzata (fine IV – III sec. a.C.), una delle più grandi opere di ingegneria del mondo antico per l’enorme impatto economico, militare e culturale che essa ha avuto sulla società romana. Arrivati,veniamo subito accolti dai nostri amici del ‘Appia e,una volta consegnati i gironi ci  stabiliamo sui campi stabiliti. Alle 10.00 tutto ha inizio. Alcune partite vengono vinte,altre perse,altre potevano essere giocate diversamente, ma l ‘ importante è che i nostri ragazzi non abbiano mai mollato e continuato a giocare con coraggio e decisione , come dei veri gladiatori,sempre e comunque nel rispetto delle regole e dei compagni che questo sport ci insegna. Questo è stato un doppio giorno di festa,non solo per i nostri ragazzi che concludevano così la loro stagione ma per tutti gli italiani,in quanto festa della repubblica. FORZA COLLE        

#200infinito

L’Infinito di Giacomo Leopardi compie oggi duecento anni: non si tratta solo di una bellissima poesia, ma ritrae perfettamente uno stato d’animo dell’Uomo. Spazio e tempo come entità non limitabili, che si concretizza nell’alternarsi delle stagioni, nello scorrere del tempo, nella vita che muore e rinasce senza soluzione di continuità. Sono questi i concetti cardine de “L’infinito” di Giacomo Leopardi, una delle poesie più amate di sempre e che molti ricordano ancora a memoria. Leopardi volge lo sguardo ad elementi paesaggistici a lui familiari, che gli provocano una profonda riflessione sui misteri dell’esistenza. Gli elementi naturali protagonisti nei primi versi sono un colle, una siepe che interferisce con  lo sguardo. Pochi elementi che permettono all’autore di riflettere su spazio e tempo, su passato e presente, e il loro infinito dilatarsi che lo pone piccolo piccolo di fronte alla grandezza di questi elementi. Verso dopo verso lo sgomento lascia spazio alla dolcezza, con le riflessioni “infinite” che diventano modo per l’autore trovare il significato del suo passato e del suo presente, rappresentato nelle parole “io nel pensier mi fingo; ove per poco il cor non si spaura”. I limiti di Leopardi diventano quindi un’opportunità per andare oltre, usando la propria immaginazione. Un’esperienza personale ed intima a cui il poeta di Recanati si abbandona, ben rappresentata nei versi “tra questa immensità s’annega il pensier mio: e il naufragar m’è dolce in questo mare.”
Era il 28 maggio 1819 quando veniva completata la stesura de ‘L’infinito’ di Giacomo Leopardi. Duecento anni dopo studenti delle scuole di tutta Italia si sono dati appuntamento sui social per un flash mob che ha reso ‘virale’ uno dei testi poetici più famosi e amati. I video sono stati condivisi con l’hashtag #200Infinito.
Quando la cultura s interseca con lo sport trova il Colleferro Rugby

consegna delle maglie u.8 e u.18

La consegna delle maglie è un momento molto intenso per chi si appresta a difendere i colori del proprio Club. Un momento vissuto intensamente sia dai cuccioli della 8 al torneo di Gubbio sia dai ragazzi della Franchigia Appia-Colle della 18 che hanno sfiorato l’impresa a Napoli.  Venerdì 25 Maggio, 31 “CIVETTE ROSSO_NERE” sono partite alla volta della bellissima città mediovale di Gubbio, per partecipare al torneo di minirugby “Lupo di Gubbio”.
Una tre giorni all’insegna dello spirito del club : Rugby , amicizia e divertimento. Tre elementi che hanno portato ad avere un ottima trasferta. In aggiunta alla competizione sportiva, si è cercato di far vivere ai nostri piccoli atleti momenti di convivenza di gruppo, fattore fondamentale per la crescita dei nostri ragazzi. Un evento che ha visto la sua splendida riuscita, grazie ad un lavoro di gruppo, da parte del Team Manager: Anna Pasqual;Direttore Sportivo: Di Donna Raffaele;Coach: Giacomo e Presidente Mini Rugby Colleferro 1965: Massimiliano Scarfagna . Naturalmente come non fare un plauso a tutti i genitori che hanno dato il loro sostegno, vanto del Nostro Club. Mentre i nostri piccoli iniziavano le loro prime battaglie sul campo di Gubbio,i grandi della 18 davano dimostrazione di coraggio,grinta e determinazione in quel di Napoli,vincendo contro la Partenope 3 a 7. Purtroppo peò la vittoria non è bastato. Le civette Rossonere,infatti, arrivano a pochi metri dalla qualificazione alla Finale del Trofeo M.Zaffiri , con una splendida prestazione su un campo reso pesante dalla continua pioggia I ragazzi Rossoneri mettono sotto un ottima squadra ma non riescono a sfondare nel finale e segnare la meta decisiva . Un plauso a tutti per una splendida stagione .  
 

BIGLIETTI VINCENTI

I numeri vincenti dell ‘estrazione avvenuta il 19 maggio alle ore 16.00 presso il campo “M.Natali” sono: 1) 0576 2) 0591 3) 1109 4) 0966 5) 0132 6) 0002 7) 0039 8) 1115 9) 0595 10) 2110 11) 0957 12) 0190 13) 0681 14) 2115 15) 0129 16) 0040 17) 0378 18) 0582 19) 0898 20) 1032 I premi possono essere ritirati,presentando il biglietto, presso la segreteria del Colleferro Rugby in Via Casilina, km 48.800 dal lunedi al venerdi dalle 16.00 alle 20.00 Grazie  

CIAO PEPPE

La morte non è niente. Non conta. Io me ne sono solo andato nella stanza accanto. Non è successo nulla. Tutto resta esattamente come era. Io sono io e tu sei tu e la vita passata che abbiamo vissuto così bene insieme è immutata, intatta. Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora. Chiamami con il vecchio nome familiare. Parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato. Non cambiare tono di voce, Non assumere un’aria solenne o triste. Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme. Sorridi, pensa a me e prega per me. Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima. Pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza. La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto. È la stessa di prima, C’è una continuità che non si spezza. Cos’è questa morte se non un incidente insignificante? Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri solo perché sono fuori dalla tua vista? Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo. Va tutto bene; nulla è perduto. Un breve istante e tutto sarà come prima. E come rideremo dei problemi della separazione quando ci incontreremo di nuovo!

BUONA PASQUA

Nell augurarvi Buona Pasqua il Colleferro Rugby vi ricorda che in questo periodo dell ‘anno è possibile venire a provare questo bellissimo sport GRATUITAMENTE….quindi che aspettate…tutti sui campi…FORZA RAGAZZI

LE DOMENICHE DEI BAMBINI

Di nuovo insieme, come tante domeniche, quelle belle, dove non manca la pioggia e il fango, ma l’aria che si respira è quella di una sana giornata di rugby. Sono bambini, i nostri ragazzi, quelli che se vincono o perdono a noi non ci importa nulla, l’importante è che sono lì, come tutte le domeniche, divertendosi e rallegrando anche noi adulti, unendoci sempre più ,in un gruppo solido e capace di affrontare tutto. Il Rugby è questo, senza interesse dei risultati, ma con occhi attenti alla crescita dei piccoli uomini e donne, che un domani cammineranno con la schiena dritta e orgogliosi di se stessi, capaci di superare gli ostacoli della vita. Buon Rugby a Tutti e per una volta lo voglio scrivere “GRAZIE COLLEFERRO RUGBY 1965 “. PG